PLASTICI

<< Indietro

www.modelliplastici.it

PlasticiL'uso dei plastici come strumento di comunicazione e studio ha una storia lunghissima, quasi quanto la storia stessa dell'architettura. I più antichi sembrano risalire alla Preistoria attraverso la rappresentazione di simulacri religiosi, ci sono prove che i fenici realizzavano modelli delle navi che avrebbero costruito, ma è con gli antichi egizi che troviamo i primi plastici architettonici come li intendiamo oggi costruiti con scopi analoghi a quelli odierni. E' nel Rinascimento che i plastici diventano uno dei più importanti strumenti di progettazione e comunicazione dell'architettura. Molti sono i modelli lignei realizzati in questo periodo, ma solo una piccola parte, per lo più riguardante strutture religiose, si è conservata. Oggi, nonostante il boom delle nuove tecnologie digitali, il plastico rimane, in virtù della strutturazione cognitiva mentale degli esseri umani, il più efficace strumento di comunicazione nel campo dell'architettura. La prova di ciò la si può vedere quando, riunite intorno ad un plastico, persone di formazione culturale molto diversa riescono ad intendersi sul progetto in questione. Oggigiorno queste situazioni sono sempre più frequenti sia per i grandi che per i piccoli progetti: quante volte ad esempio la realizzazione di una grande opera è legata alla comprensione ed alla volontà di non addetti ai lavori, o quanto più semplice sia comunicare ad un potenziale acquirente di un immobile le caratteristiche dell'intervento ancora prima dell'inizio lavori, per non parlare dei vantaggi derivanti dall'anticipazione dei tempi della eventuale transazione, sia per l'acquirente che per il costruttore.

modelli plasticiI professionisti della realizzazione plastici non riproducono semplicemente in tre dimensioni il progetto cartaceo, ma a seconda delle esigenze del committente sanno interpretare e caratterizzare il lavoro ottimizzandone l'efficacia comunicativa e i costi di realizzazione: sono infatti volta per volta di essenziale importanza la scelta della scala più appropriata, dei materiali più idonei, l'uso dei colori o della monocromia, considerazioni sul luogo di esposizione e sulla trasportabilità dell'oggetto, ecc.


Studio Arplas

Via Morozzo della Rocca, 5 - 00159 - Roma
Tel. 06 43.90.398 - 338 80.58.808
E-mail: arplas@arplas.it
URL: www.arplas.it